Rough Speed Sketch 2

Here’s another rough speed sketch. I started traditionally directly with a bic pen, and a red consumed red felt. It’s a small tribute to the RPG game Vampire: the Masquerade. I bought the 20th anniversary Special-limited edition book and it’s amazing, so i was curious to draw some vampires again. There is a guy playing a vampire in an American serie, his name is Sam Witwer (i suppose… i’m not totally sure). I think he is very interesting model. He’s a very good actor and i really liked how the make up artists created his vampire form in the serie. I guess i will start some sketches using him as model. Hope he won’t get angry… even if i guess VIPs have no interest in common people like me! 🙂

Feel free to use this image (Creative Commons) until you alway credit me (Aenis art) and do not use it for commercial purposes.

vampire-small

Advertisements

Horror e Fantascienza. Parallelismi ed evoluzioni che vanno ben oltre la letteratura.

“Nello spazio, nessuno può sentirti urlare”. Alien

Stiamo assistendo ad un incredibile boom del genere horror fuso ad un fantascientifico spesso sconfinante nel cyber punk.  Escludendo i vampirelli che sbrilluccicano alla luce del sole, romanzi scadenti su giovani donzelle che si innamorano di “mostri” belli e dannati (tuttavia incapaci di comportarsi poi come tali), stiamo attraversando un interessante mutamento di due generi gargantueschi che toccano, data la nostra epoca post moderna, tutte le nove arti (o quasi -volendo escludere l’architettura-).

Nel Romanticismo, in particolare quello inglese della seconda generazione, abbiamo potuto osservare come il Gothic Novel andava evolvendosi (“The Monk “di Lewis 1796, “The Castle of Otranto” di Walpole 1764) e soprattutto come la nozione di “orrore” era ben diversa dal “terrore”.  Innumerevoli romanzi, che per il loro contenuti restano di un’attualità impressionante (vedi ad esempio le considerazioni bioetiche di un “Frankenstein” di Mary Shelly o”The island of Doctor Moreau” di Wells- capaci di collegarsi al cybergpunk in stile GURPS), ci offrono una base forte e consistente su cui avviare un’analisi che potrebbe guidarci ad enucleare i punti salienti di questi profondi cambiamenti. Probabilmente sorto nei salotti come gesto di ribellione ad un illuminismo freddo e raziocinante, il Romanticismo alimenta il crescente gusto per il mistero, per il fantastico ed il soprannaturale. Quel senso di sicurezza derivante dall’analisi pratica di un fenomenico Kantiano decade totalmente in questo vasto genere.

Ora, begli archetipi della letteratura horror abbiamo:

  • Zombie– Dissacrazione per eccellenza del culto dei morti presente in maniera trasversale o meno in tute le religioni (per questo spesso e volentieri attaccano proprio le persone care> parodia grottesca dell’essere vivente deprivato di ragione ed anima). In epoca recente, per via di giochi (resident evil, silent hill) romanzi (io sono leggenda di Matheson) e film vari si parla di corpi umani deturpati e privi di mente, dediti ad un ripulsivo cannibalismo
  • Vampiro– figura predatrice, violenta, seduzione morbosa (“Dracula” di Bram Stoker, piĂą recente: “intervista col Vampiro” Ann Rice)
  • Dèmoni– possessioni diaboliche- un tema antico giĂ  presente nei testi sacri (si consideri la tragedia del Dottor Faust di Marlowe e tanti film: L’esorcista, Costantine ect)
  • Lo stregone/scienziato– Un rapporto deturpato ed estremizzato con la scienza (doct Jekill&mr hyde, Frankestein)
  • Licantropi (sempre stevenson è un buon esempio, come nel primo vecchio film di Jekyll e Mr Hyde)
  • Mostri – siano essi anche informi – oppure al giorno d’oggi ci includerei gli extra-terrestri. Capostipite del genere è il Golem… ma possiamo citare mummie o creature comunque presenti nella storia delle varie religioni.
  • Fantasmi – collegamento all’oltretomba (es. “Il Fantasma di Canterville” di Wilde)

True Blood, Underworld, The Walking Deads e altre serie, la maggior parte delle quali estremamente scadenti, traggono tutte in buona parte le loro radici dal pluripremiato ventennale gdr della White Wolf, Mondo di Tenebra (comprendentei GDR delle prime versioni di Werewolfes, Mages, Kindred of the East, Vampire e Hunters), il famoso  WoD. Non per niente i creatori di Underworld sono in causa con la White Wolf, diventuta oggi 25th edition.

Blade Runner di Ridley Scott non è solo il principio, il pilastro di un genere già abbozzato (come in Metropolis di Fritz Lang) ma è anche una specie di collante tra il vecchio e nuovo millennio. I NEXUS non sono altro che i nuovi Frankestein di bell’aspetto supportati dalla tecnologia del Cyber Punk.

Il WoD lo accenna con Mage, in particolare con la Tecnocrazia. Tentativi di fusione, forse anche riusciti male sono stati fatti in Daybreakers – l’ultimo Vampiro (criticatissimo ma stupenda l’immagine che richiama Matrix – L’allevamento di umani) oppure nel terribile film tratto dal manhwa di Min Woo, Priest. “Io sono Leggenda” conserva invece la tragicità del post-apocalittico ma non mostra elementi cyberpunk.

Nel fumetto è interessante la raccolta Vampyres (ed Dupuis) e FVZA (di Hine e Martinez).

L’impressione che ne resta è che c’è qualcosa che si sta muovendo ed uniformando, ma manca ancora un colossal di questo nuovo lume nel genere. Ci appoggiamo ai classici e ad opere degli anni ’90, ma deve ancora arrivare qualcosa di forte, ben riuscito, che possa portare l’eredità gotica romantica a fondersi totalmente con il genere Cyberpunk-fantascientifico.

Iniziazione al GdR Vampiri la Masquerade

Parte Prima- Intro base base base.

Mi piace tantissimo questo GdR… ci ho giocato per alcuni anni con un master molto bravo.

Il fratello del mio compagno mi ha chiesto di fare da master… cosa che inizialmente mi ha spiazzato assai, perchĂ© avrei preferito giocare come player nel gruppo che avevamo piuttosto che fare io da master inesperto ad un gruppo di adolescenti. Ma poi quando hanno dato tutti buca (grazie, mondo del lavoro) alla cronaca fichissima a cui stavamo partecipando… ho detto di sì per non subire gravi lesioni date dall’astinenza GdR.

Dato che all’inizio mi sono impiccata assai… mi sono detta “toh! ho un blog!! condividiamo un po quello che potrebbero essere le linee base per l’introduzione a questo gioco… fatto per adolescenti che hanno una scarsa voglia di ascoltare e non hanno mai sentito parlare de VtM”. Quindi ecco qui… spero che potrĂ  tornare utile a qualche visitatore in cerca di info. (Spero non ci siamo troppi errori… ho semplificato molto…)

VtM fa parte del cd WoD – world of darkness- il Wod non solo costituisce parte dell’ambientazione di VtM… ma racchiude anche altri GdR… ad esempio Werewolves, gdr sui lupi mannari, Hunter, sui cacciatori, Mage, sui maghi e Kindred of East, dei “vampiri” orientali. Il master con cui giocavo io era davvero bravo anche perchĂ© conosceva molto bene tutti questi altri GdR, e li adattava alla nostra cronaca e ambientazione. Infatti resto delle ferma convinzione che fare il master in un GdR del WoD non ha niente a che vedere con tutto il resto. Ed è lì che si vede davvero la bravura della persona. Di master a D&D ce ne sono a tonnellate e 999/1000 cronache di D&D sono sempre impostate sulla fortuna e il tiro di dadi. Secondo le mie esperienze, è piĂą facile trovare un master di D&D che uno del WoD. Ve lo ricordate GURPS? ecco vai a trovare un master in grado di fartici giocare!!!
Comunque detto ciò, il pilastro portante di VtM è che a differenza di altri giochi di ruolo, è l’intelligenza e la creativitĂ  del personaggio che segnano davvero la storia. Il Master di VtM è in realtĂ  una sorta di “voyeur” che fa evolvere la storia, che poi è una storia dell’orrore, una meravigliosa metafora della nefandezza della storia umana, nella direzione che i personaggi giocanti creano. Quindi sbagliare un tiro non significa “hai perso”. La nozione di Power Playing che affligge molte menti può essere levigata molto in VtM. Mentre credo che basta un solo giocatore per rovinare tutto il divertimento… e lì c’è ben poco da fare: non è il gioco, è la persona che va invitata ad andare da uno psi. Attualmente ho gravi problemi con una ragazza che ha la sindrome della “first lady”. E non so proprio come fare. Un altro ha gravi carenze di attenzione… spiego una cosa dopo 5 minuti non si ricorda niente. Insomma un bel casino. Non mi era mai successo con i miei coetanei. Questi posteri mi fanno davvero tristezza a volte… gli hanno davvero tolgo il gusto dell’immaginazione e della libertĂ … e detto da una generazione ’85… c’è proprio da tremare dalla paura!
Dato che devo provare a spiegare il tutto a grandi linee,possiamo iniziare dalle tipologia “conosciute” di esseri che vivono sulla terra. VtM conta questo tipo di creature:
Umani
Vampiri 
Ghoul 
Licantropi
Cacciatori
Zombie
Maghi 
Vampiri dell’Est
Fate
Angeli
Dèmoni
Membri di qualche setta con poteri speciali. 

Ognuna di queste creature è suddivisa poi in categorie.

Iniziamo dai Vampiri

Ventrue
Lasombra
Brujah (I True Brujah “estinti”)

Tzimisce
Toreador
Cappadoci (“estinti”)
Malkavian
Ravnos
Nosferatu
Assamiti
Gangrel
Sethiti- seguaci di Set
Tremere
Baali (“eliminati”)
Salubri (“estinti”)
Giovanni

 Ve ne sono anche altri, ma non si possono propriamente definire dei “clan”. Sono piuttosto “linee di sangue”, vampiri provenienti da questi clan che hanno subito una evoluzione propria. Anche i Tremere a difficoltĂ  vengono considerati un clan vero e proprio… I Giovanni idem… i Baali sono tabĂą… i Salubri una leggenda… i CappachĂ©?

Normalmente un giocatore sceglierĂ  tra questi clan quando inizia a giocare:

  • Ventrue
  • Brujah
  • Tremere
  • Toreador
  • Gangrel
  • Nosferatu

Alcuni master fanno anche scegliere tra questi:

  • Assamiti
  • Tzimisce
  • Malkavian

Di norma poi gli altri clan sono usati per i PNG.

Ogni Clan ha i suoi tratti peculiari, così come una maledizione inflitta dall’oscuro padre, che nessuno può cancellare, se non Dio in persona. I Clan è una sorta di “nucleo di appartenenza” per il vampiro, ma fatta eccezione dei giovani Tremere, il vampiro è un essere tendenzialmente indipendente, che non ama farsi mettere i piedi in testa o dover chinare la testa. Tuttavia deve farlo. Per sopravvivere. Sopratutto quand’è un neonato.

*Mi permetto di pubblicare queste cose perchĂ© il manuale base in ita è introvabile. Ed è un peccato che persone interessate abbandonino l’idea di provare perchĂ© non hanno il libro necessario.

Harsh Harsh Gangrel

Sono entrata in questo periodo un po— come dire “fanatica del burlesque” e non solo… ecco uno dei miei piccoli disegnini estivi in questa tonalitĂ  splatter chic^^ spero vi piaccia… Se avete curiositĂ  potete visitare la mia pagina artistica di Deviantart, ovvero cliccando QUI

Drew by Margherita Greta M. Position inspired by "WarrenLouw" and his "Power Girl27"- click on the link below!

La posizione della gangrel l’ho presa da Questa branda immensa: Cliccate qui“Warrenlouw su Deviantart” e rifatevi gli occhi, questo tipo è un dio! : )