Il Protagonista, Capitolo 3

Capitolo 3 

Il Protagonista quel giorno era quasi di buon umore. In canna aveva ben 5 lavori diversi. E per nessuno di quei cinque, sarebbe stato retribuito. Questo gli avevano detto i clienti:

Cliente 1: “eeeeh… non ho soldi… non sai che situazione difficile… tutti questi sogni… quasi infranti… io così pochi soldi… no.. vabbè dai, dimmi quanto ti devo…”
e il protagonista:
“no va beh dai… se stai così poi magari mi paghi dopo… cioè non voglio metterti così in difficoltà” … il protagonista fa capire al cliente 1 che avrebbe accettato una “donazione x” (cibo, 10euro… insomma qualcosa). Ovviamente ignorata.
Cliente 2: “Eeh si abbiamo questa persona in comune che mi ti ha fatto conoscere… va beh tu fammi il logo, sai è tutto urgente, grandi progetti in ballo, poi vediamo il sito e blah blah … oh, POI TI PAGO, EH?!”

Cliente 3: “guarda… non poi sapere… in questo periodo di crisi non c’ho proprio niente… una disgrazia… ho tutti questi problemi sai… blah blah problemi blah” *pausa poi guarda il protagonista* “cioè dimmi tu quanto di devo” dice il cliente le lacrime agli occhi, con voce martoriata. E il protagonista empatico: “No dai, tranqui… ma che mi devi… ti pare? con tutti questi problemi… dai tutto ok”

Cliente 4: “No, non ti devo nulla.”
Protagonista: “Come Prego?”
Cliente 4: “Eh. Non mi piaceva come veniva.”
Protagonista:”Se non ti piace perché lo stai usando ovunque? dai cazzo fai, sei una merda!!! pagami per dio!”
Cliente 4: “E va beh dai so du linee… c’è la crisi… che ce vò dai, non stà a fà er purciaro protagonì”

Cliente 5: “Io i soldi proprio in questo periodo guarda non ce lì ho. PERò GUARDA Cioè te faccio diventà famoso, EH? Cioè vale come pagamento capisci?”
Protagonista: “…”
Cliente 5: “Dai cioè posterdati per due anche su riviste di grafica perché in barella il logo direttamente milionario diveeenti!”
Protagonista: “…”
Cliente 5: “E manco GRAZIE ME DICI?”

Non è tutto. Qui viene il bello. Il protagonista ed il suo amico non hanno di ché fare la spesa per tutto il mese, perché vari imprevisti hanno letteralmente “rapinato” quel poco che era loro rimasto. Si preparano ad affrontare nella miseria e nella rabbia mesi sempre più bui MENTRE vedono il cliente uno con una macchina nuova, il cliente due tornare in strada con 80 borse post turboshopping, il 3 che continua a credere che il protagonista lavorerà a gratis, il 4 che tenta approcci di PNL per convincere il protagonista che il logo si è auto-creato, e il 5 sta offeso perché il protagonista non gli ha detto grazie. Ora l’amico del protagonista fa il pendolare a Roma tutti i dì sapendo di lavorare “per la gloria” di vil denaro andato… e il protagonista ora qui afferma, col fegato grosso e la pazienza seppellita:

BASTA IO NON LAVORO PIù AGGRATIS PE’ NESSUNO.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s