Gutta cavat lapidem; non vi, sed saepe cadendo/ huic addiscit homo: non vi, sed saepe legendo

La goccia scava la pietra, non con la forza ma col cadere spesso/ così l’uomo impara: non con la forza ma leggendo spesso.
(variazione altomedievale dell’adagio ovidiano- Epistulae ex Ponto, libro IV, 10, 5)

Giusto un breve reminder per ri-allacciarmi a quel che ho scritto ad inizio ottobre… e cioè: Le Nuove generazioni non sanno più Immaginare, il che mi dà ancora parecchio da pensare. E di certo è uno dei problemi più grandi del nostro futuro… cambierà completamente l’essere umano. Mi domando se è questa la piega che dovrebbe prender l’evoluzione della specie umana.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s