Il Dio Tartaruga, Aoshan, nella tentata comunicazione con una piccola lamella di ghiaccio…

In un altro universo, non troppo lontano dal nostro, il grande Aoshan dorme, nella speranza di inviarci i suoi sogni, e di istruirci all’immortalità.

Nel mio universo, il piccolo Aoshan, Dio delle mille montagne, mi guarda con i suoi occhietti neri, domandandosi come e dove può vivere un animo così frenetico e tormentato come il mio.

Per un ordine naturale crudele e senza pietà, gli esseri come me non sarebbero dovuti sopravvivere. Siamo come piccole lamelle di ghiaccio che si sciolgono al sole. Troppo delicate per esser toccate. Limpide e trasparenti. Così pure da fare invidia alle rocce, alle pietre e ai sassi che le circondano.

Ho visto sassi neri e sporchi dipingersi di bianco nella speranza di apparire come noi, come il ghiaccio che con laconica malinconia si scioglie sul dorso di Aoshan.
Ho compassione per loro. Seppure trafitta da mille dolori, mille percezioni… in fondo preferisco essere quella lamella di ghiaccio moribondo.

Gli altri sassi non vedono la differenza tra un sasso dipinto e la lamella di ghiaccio. Sono ciechi, privi di sensi ed occhi. Privi di cuore. Pietra resistente.

Il mio pensiero va ad Aoshan, che ha camminato molto, per venirmi a trovare.
Possano la sua saggezza e la sua longevità istruirmi.
Possa io apprendere a levigare i miei pensieri e le mie emozioni come l’acqua che scorre sul guscio della tartaruga.

Possano il rancore e la delusione sparire dal mio cuore, per lasciar spazio alla compassione.

Possa Aoshan essere in me. Ed io in lui, in un tutt’uno.

Nel grande disegno del guscio di tartaruga. Al riparo, dove nessuno potrà più colpirmi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s