Milena

La tua esistenza suona come un carillon
Noi due
Due isole
divise da un mare di lamelle vibranti
a volte caldo
a volte freddo
senza  un ordine preciso,
dalle onde forti ma incerte
senza vera meta
Come te
non sanno dove andare a schiantarsi

le piccole note delle stelle
sussurrano parole innevate
lontane

E ti vedo comunque
Dalla mia lontana isola
E ti vedo

Seduta su panni di sabbia
i piedi immersi nel mare nero
Che guardi sù
lassù in alto
ascoltando a tratti la melodia delle stelle.

Ondeggiano i pensieri
si bagnano lievi
galleggiano sull’acqua come un fiammifero in alto mare.

E l’ho sempre saputo
E sempre ti ho vista
Bagnare nel mare le tue lacrime salate
Ed ora

Ora dalla mia isola ti vedo
Sempre più grande, sempre più lontana
suonare note notturne
Andare via

G.M. Margherita

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s