I figli del nuovo millennio…

Cosa ne rimarrà dei nostri polverosi discorsi?
ci mordiamo le mani.
Tutto quello che io sento ha solo l’odio, come passione.
Siamo nati in un tempo che non sa aspettarci.
Prima ci riempiono di cavi,
poi ci dicono che siamo disumani.
Siamo nati in un tempo che non sa amarci
dove le tessitrici solitarie della moira tessono rigide e nere
ciuffi frivoli e viziosi.

Vogliono darci vuoto
Ed il vuoto noi riceviamo.
Se fosse stato oggi, ieri o domani,
qualcosa sarebbe cambiato forse?

Non chiedermi di gioire, quando vedo solo desolazione
non chiedermi di crescere quando non ho mai avuto un’infanzia.

Siamo i figli del millennio,
Sotto sottili lembi di plastica e velina
Siamo i figli dell’attimo

Che già tutto si è disperso
in meno d’un breve istante
l’idea si è persa
in meno d’un impercettibile secondo

Solo un enigmatico sospiro rimane tra me e voi
invisibile inudito
Solo un velo nero sul petto
indefinibile passione passeggera

Solo un enigmatico sospiro rimane tra me e voi.

G. M. Margherita

Copyright © G.M. Margherita

3 thoughts on “I figli del nuovo millennio…

  1. il tempo non aspetta, noi lo facciamo pure troppo e senza accorgene passano le stagioni e tutti gli anni che ci addossiamo come facchini. ci sarà consolazione in qualche nuova speranza personale, che se guardo fuori, oltre a quelle che mi invento ne vedo poche e mal condite.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s